di Gina Di Meo
18 ottobre 2005

Lo sport come strumento di sviluppo individuale, rieducazione ed integrazione sociale. E il principio che ha mosso tre associazioni, la Phb, Polisportiva handicappati Bergamo, lo Yacht Club Bergamo e l'Avas, l'associazione velica Alto Sebino, a mettere in pfedi l'iniziativa «Disvela» che ha lo scopo di avvicinare i portatori di handicap alla vela. «Disvela» ha avuto «materialmente» i suoi frutti con la consegna, avvenuta al Lazzaretto, a Bergamo, delle prime due barche a vela e di un pulmino. Le imbarcazioni sono state realizzate grazie al contributo della Rossigni Trading Spa, azienda leader nella produzione e commercializzazione di prodotti antinfortunistici, che ha regalato all'associazione una delle due barche, e all'impegno dei due club sportivi coinvolti nell'iniziativa. «Disvela- ha spiegato Francesco Pavesi, vicepresidente dello Yacht Club di Bergamo - si propone non solo di avvicinare alla vela i portatori di handicap attraverso l'insegnamento teorico e pratico delle tecniche marinare e con l'esercizio fisico, ma anche di organizzare una squadra agonistica a tutti gli effetti per partecipare alle regate. Le due speciali imbarcazioni 2.4mr, classe olimpica, per diversamente abili, con relativi mezzi di supporto, sono state realizzate in Finlandia e pilotate con comandi speciali. Le barche sono monoposto e sono ormeggiate al Portonuovo di Lovere. Partiremo con corsi di cinque persone, ma abbiamo in programma di lanciare un'altra campagna sponsor per l'acquisto di una terza imbarcazione».
Gli atleti della Phb sono circa 200, principalmente giovani e provengono soprattutto dalla provincia di Bergamo. Lo Yacht Club Bergamo è nato nel 2001 per diffondere la cultura nautica attraverso manifestazioni, eventi sportivi, iniziative didattiche e ricreative. L'Avas, infine, è un'associazione senza scopo di lucro, che. nata nel 1988, conta oltre 350 soci e si occupa della promozione degli sport velici. Alla cerimonia di consegna erano presenti i rappresentanti delle associazioni, della Rossini Trading e numerose autorità. Il taglio del nastro è stato effettuato dal questore Salvatore Longa, mentre il chitarrista Gigi Cifarelli ha intrattenuto il pubblico con la sua musica.