L'Eco di Bergamo - 5 novembre 2017
di Simone Masper

Diffondere una cultura inclusiva dello sport. Un equipaggio composto da velisti disabili e normodotati ha partecipato al Campionato velico del Sebino.

Otto le regate in formato inshore e offshore, 23 le imbarcazioni che si sono sfidate sul Lago d'Iseo. Una bella avventura durata sei mesi, in cui l'equipaggio dell'Associazione Disvela, sostenuto da Comune di Lovere, Porto Turistico di Lovere, Lucchini Rs, Fondazione Cariplo, Monteisola Corde, ha diffuso la passione per la vela e soprattutto una visione inclusiva dello sport, grazie a due ambasciatori riconosciuti a livello internazionale.

Forte delle significative esperienze dei velisti paralimpici Marco Gualandris (Avas Lovere) e Fabrizio Olmi (Lni Milano) alle Paralimpiadi di Atene 2004, Pechino 2008, Londra 2012, Rio 2016 e la realizzazione di progetti di promozione sportiva e di volontariato, l'Associazione Disvela ha portato a termine il progetto «I Lake Iseo  Racing»: con la regata offshore Trofeo Bertuetti organizzata dall' Associazione Nautica Sebina di Sulzano, si è concluso l'intero campionato.

Il Sonar Ita 685-Disvela.it ha terminato il campionato al 2° posto, dietro al Soling Ita 215- Dream Team (Avas Lovere), 3° l'Ufo 22 Ita 69-Funtasma Junior (Cvs Sarnico).